biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

I commenti più recenti

  • Olga in punta di piedi

    Masini, Beatrice

    • 19-10-2021
      Un sogno per grandi e piccini
      Un romanzo breve, scritto in modo semplice ma autentico, che riesce a parlare (e far sognare!!) adulti e bambine. In poche pagine da un bellissimo abbozzo pastello del mondo segreto (e precluso) dei danzatori professionisti: l'accademia, le lunghe ore d'allenamento, lo sforzo fisico e mentale, l'affacciarsi alla crescita di Olga. Tutto questo visto attraverso la dolcezza e la grandissima sensibilità di Olga.
  • Olga in punta di piedi

    Masini, Beatrice

    • 19-10-2021
      Un sogno per grandi e piccini
      Un romanzo breve, scritto in modo semplice ma autentico, che riesce a parlare (e far sognare!!) adulti e bambine. In poche pagine da un bellissimo abbozzo pastello del mondo segreto (e precluso) dei danzatori professionisti: l'accademia, le lunghe ore d'allenamento, lo sforzo fisico e mentale, l'affacciarsi alla crescita di Olga. Tutto questo visto attraverso la dolcezza e la grandissima sensibilità di Olga.
  • Come parlare alle ragazze alle feste

    Gaiman, Neil

    • 19-10-2021
      Simona Conte Una storia psichedelica
      La graphic novel in questione è una trasposizione 1 a 1 dell'omonimo racconto scritto da Neil Gaiman, che si può leggere nella raccolta "Cose fragili". Personalmente è stato uno dei primissimi approcci a Gaiman e ai due illustratori brasiliani Fábio Moon e Gabriel Bá. Il racconto di per sé è piuttosto psichedelico, sui generis e i due illustratori sono stati in grado di mantenerne l'originalità, rendendolo forse più onirico, specialmente nella seconda parte del fumetto, grazie all'uso della tecnica dell'acquerello, nonostante i colori accesi, vividi ma in grado di variare repentinamente a seconda di emozioni o scene. C'è da dire che alla storia originale non è stato aggiunto nulla di nuovo. Infatti, il merito di Moon e Bá consiste nell'aver dato forma alle immagini descritte da Gaiman, in particolare alle storie delle ragazze incontrate dal protagonista alla festa: in un certo senso, il racconto e la grafic novel si completano a vicenda e consiglierei la lettura di entrambi in contemporanea. Dal punto di vista della trama, non vorrei dire troppo, diciamo che se si è masticato un po' di Gaiman in passato si sa che è uno scrittore dall'immaginazione fervida e senza freni, che non ti accompagna per mano spiegandoti il senso di ogni cosa che leggerai; quindi la consiglio ai lettori folli, come lo è lo scrittore, che si lasciano travolgere dalle storie e che apprezzano i viaggi senza meta (anche al di fuori della nostra galassia).
  • Ombre sul Naviglio

    Teruzzi, Rosa

    • 19-10-2021
      la serie di indagini del trio delle detective del Giambellino continua; un giallo carino divertente con personaggi ben descritti quasi caricature. L'unica nota stonata è l'assoluta immobilità della nostra fioraia che malgrado tutto e tutti la spingano ad osare, rimane lì sospesa senza prendere un decisione. Nel complesso una lettura piacevole.
  • Gli ultimi giorni di quiete

    Manzini, Antonio <1964- >

    • 19-10-2021
      Il fine pena mai delle vittime
      Manzini, famoso per un personaggio come Rocco Schiavone che agisce al limite della legalità si interroga, in questa storia basata su fatti veri, sui limiti della legge, sul pentimento, sulla giustizia. Rispetto ai libri su Schiavone, scritti talvolta in maniera furba, si capisce invece che questo libro ha avuto una genesi molto laboriosa, ed è riuscito benissimo.
  • Piazza Fontana : il processo impossibile

    Tobagi, Benedetta

    • 19-10-2021
      La ricerca della verità
      Libro denso, documentatissimo e tuttavia appassionato ed appassionante. Va letto per cercare di capire il passato ed il presente.
  • Il vizio della solitudine : romanzo

    Montanari, Raul

    • 19-10-2021
      UN PERSONAGGIO SCOMODO
      Protagonista del romanzo è Ennio, ex ispettore di Polizia, che fa distinzione tra legge e giustizia e che ha operato in passato qualche spiccia vendetta contro i colpevoli impuniti. Ora è stato imprevedibile testimone di un tentato delitto e, uccidendo per legittima difesa, ha scatenato su di sé le ire di una potente organizzazione criminale. Si tratta di un uomo solo e solitario, in una situazione da cui sembra non esserci via d'uscita. Nel frattempo l'amore, o così Ennio crede che sia, entra di prepotenza nella sua vita. Nella periferia nord di Milano, che è quella della ben nota della giovinezza e di tutte le ambientazioni dell'autore, si svela una vicenda a tratti ansiogena, a tratti piena di riflessioni e sentimenti. Non convince del tutto la vicenda, a mio parere troppo irreale, ma è molto interessante l'introspezione psicologica del protagonista.
  • La ballata di Adam Henry

    McEwan, Ian

    • 19-10-2021 Dario Snaidero Amore e morte
      Per i tre protagonisti del romanzo, il giudice Fiona Maye, il marito Jack e il giovane Adam Henry, la scoperta dell’amore, e, quindi, del senso della vita, viene vissuta in modo del tutto diverso. Per il marito Jack “amore” è il desiderio senile di sesso per la giovane insegnante di statistica. Per Fiona Maye , giudice dell’Alta Corte britannica, “amore” è il tran tran quotidiano dalle aule del tribunale al prestigioso appartamento. Per il giovane e affascinante Adam Henry, “amore” è l’idea romantica del martirio per il proprio credo religioso. Adam Henry è un minore, anche se per pochi mesi ancora, ammalato di leucemia, che rifiuta la trasfusione di sangue, che gli offrirebbe una chance di vita, perché Testimone di Geova. Il giudice Fiona Maye emette una sentenza contro il dettami della religione ma nell’interesse e per il benessere del minore e innesta così una serie di conseguenze, per il ragazzo e per se stessa, di fronte alle quali si trova del tutto impreparata. Adam Henry, infatti, si innamora del giudice, di colei cioè che gli ha ridato la vita ma anche lei è attratta da quel giovane bellissimo che la fa sentire di nuovo una donna attraente e desiderabile. La riscoperta di se stessa costituiscono le pagine più intense di questo piccolo libro. L’autore entra, con pudore e stupore, nell’animo della protagonista e descrive, con estrema delicatezza ed eleganza, le sensazioni e le emozioni che il giudice prova di fronte a questo giovane bellissimo e affamato di vita e di amore. Il finale è drammatico. Il giudice Fiona Maye rifiuta l’amore del giovane, malsano e soffocante. Adam Henry, ormai maggiorenne e di nuovo colpito dalla malattia, rifiuta la trasfusione e muore. Suicida.
  • Il grido della rosa : romanzo

    Basso, Alice

    • 19-10-2021
      Dario Tramacere La rosa è fiorita
      Sono passati solo due mesi da quando Anita ha iniziato a lavorare nella redazione di Saturnalia ma di tempo sembra esserne trascorso assai di più. Soprattutto, però, è proprio Anita ad esser cresciuta. Cresciuta quanto a considerazione di sé e comprensione di alcuni processi, apparentemente semplici ma concretamente subdoli, che regolano il cosiddetto «quieto vivere» quotidiano. Sebastiano non è più solo il suo diretto superiore, bensì ormai un «complice». Ma fino a quale livello si spingerà questa loro complicità? Non è ancora dato saperlo in questo romanzo, che ruota intorno alla morte di una giovane e sfortunata ragazza. La motivazione che li spinge ad indagare va al di là del desiderio di punire (per quanto possibile) il colpevole: vuole essere un concreto anelito di giustizia e riscatto per chi davvero non ha considerazione sociale. Un romanzo che è un delizioso mix di leggerezza e spunti di riflessione, scorrevole e geniale come nella tradizione di questa apprezzatissima autrice.
  • Morte a domicilio

    Masella, Maria

    • 19-10-2021
      Dario Tramacere Per tua colpa ...
      Il commissario Mariani mai ha avuto a che fare con un serial killer, ma è proprio a lui che si rivolge l’assassino o l’assassina che invia messaggi da decifrare dopo aver ucciso. Lo capisce anche sua moglie, Francesca, donna bellissima e di intelligenza superiore di cui è innamorato e gelosissimo, ma cui Mariani, per propria indole, non riesce ad esser fedele. La sensazione, sempre più netta e angosciante, è che l’assassino/a si rivolga a Mariani perché ritiene lui colpevole: ma di cosa? È chiaro che l’indagine sul/sulla serial killer assumerà sempre più i contorni di un’indagine sul passato del commissario. Una corsa contro il tempo e contro le reticenze della memoria per evitare che proprio la sua famiglia paghi il prezzo più alto possibile. Un discreto romanzo di esordio per questo personaggio, cui Maria Masella ha sino ad oggi dedicato ben ventitré romanzi nel corso di un ventennio.
  • Superman

    Siegel, Jerry

    • 18-10-2021
      Bellissima raccolta
      Ogni storia è molto carina e significativa per il personaggio, ci sono alcuni racconti cult e dei team up molto interessanti. Ovviamente ci sono alcune storie abbastanza "campy" ma erano altri anni per i fumetti ed è comunque un piacere leggerle.
  • Settecento sipari del cuore

    Rumi, Jalal al-Din

    • 18-10-2021
      Un pregevole volume per un primo approccio alla poesia araba
      Un bellissimo volume con i testi più belli e coinvolgenti del poeta mistico Rumi. L'amore di cui si parla in questi testi è spirituale e totalizzante, con immagini che però suscitano sentimenti profondi e molto terreni. L'abbandono totale all'Essere e alla spiritualità fa si che questi testi "rapiscano" il lettore e lo portino in una dimensione poetica "superiore", tale da divorare il libro in poche ore.
  • Il professore nano

    Ruggeri, Enrico

    • 18-10-2021
      Un raccontino piacevole
      Questo breve racconto aiuta a passare un'oretta piacevole. Ruggeri scrive bene, ha uno stile ironico e coinvolgente, ma questo testo lo vedrei meglio in una raccolta di racconti, piuttosto che in un volume a parte. La narrazione scorre, ma talvolta si perde in qualche battuta un pò scontata e in qualche luogo comune.
  • Camp Rock

    • 18-10-2021
      Campeggio per aspiranti musicisti...
      Libro per ragazzi molto carino! mi è piaciuta l'idea dell'ambientazione in un campeggio per aspiranti musicisti. Trama scorrevole ed originale ma alcune parti della storia, a mio parere, andrebbero approfondite.
  • Il canapé rosso

    Lesbre, Michèle

    • 18-10-2021
      Daniela Bertoglio Viaggio in Siberia
      Una storia strana, di Anne, una ex militante politica, disillusa, che parte per un lungo viaggio in treno, verso la Siberia, prima al Irkutsk, poi sul lago Bajkal, alla ricerca di un suo ex compagno di lotta e di vita, Gyl, che da qualche tempo non dà sue notizie. Il viaggio è su un treno non turistico, che procede lentamente, per giorni e giorni in mezzo a panorami sempre uguali, con i compagni di viaggio che socializzano, scendono alle stazioni per compare qualcosa da mangiare dai contadini, scambiano 4 parole in russo. Nelle lunghe ore di viaggio Anne legge, e pensa spesso ad una sua anziana vicina di casa, Clémence, una ex modista cui va a fare visita un paio di volte a settimana, per leggerle storie di donne combattive e coraggiose. Clémence aveva un amore, Paul, di cui conserve gelosamente una foto, che venne ammazzato durante una retata nel 1943, a Parigi. Ma Anne si inventa anche una storia con Igor, un altro viaggiatore, con il quale scambia sguardi silenziosi e poco altro. Arrivata a destinazione, scopre che Gyl sta bene, è partito per un breve viaggio con la maestra del paesino dove abita, che ha sposato e dalla quale aspetta un figlio. E' molto amato dai compaesani, fa teatro e aquiloni colorati da regalare ai bambini. Anne torna a Parigi, senza aspettarlo, sempre più disillusa.