biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

I commenti più recenti

  • La cavalcata dei morti

    Vargas, Fred

    • 26-02-2021
      Ritorno in Normandia
      Non bastano le indagini di routine ad Adamsberg, lui vuole portare alla luce ciò che è rimasto un mistero per secoli e che terrorizza popoli interi. Stavolta lo "spalatore di nuvole" per eccellenza si trova a dipanare più di una matassa in contemporanea e lo fa con destrezza, furbizia ed una dose di incoscienza tipica del suo carattere. Divertente e piacevole da leggere, il libro svela il colpevole solo alle ultimissime pagine. Anche questo è tipico di Adamsberg.
  • L'altra donna del re Videoregistrazione

    • 25-02-2021 Il re e l' amore
      Il romanzo storico della vita di Enrico VIII e delle sue vicende sentimentali e dinastiche in un film che ricorda una soap opera, con bei costumi, belle scenografie e bravi attori.
  • Remember

    • 25-02-2021
      La memoria
      Un sopravvissuto alla Shoah che vuol regolare i conti col passato, intraprendendo un viaggio pur avendo l' Alzheimer che gli fa dimenticare di continuo perchè lo sta facendo: la grande interpretazione di Christopher Plummer alias Zev in un racconto drammatico e sensibile che fa meditare sul fenomeno della fuga dei criminali nazisti, in paesi dove hanno potuto vivere una vita pacifica e tranquilla lontano dalla patria.
  • Il padre d'Italia

    • 25-02-2021
      "Ogni miracolo, per definizione, è contro natura"
      Paolo è un trentenne omosessuale, che ha difficoltà ad impegnarsi in un rapporto stabile, ha un passato difficile, abbandonato dalla madre alla nascita, è cresciuto in un orfanotrofio. Incontra Mia, una ragazza incinta, squinternata come poche, che gli sviene davanti. Inizia così una viaggio per cercare di aiutare Mia a trovare un posto dove stare, da Torino a Asti, poi a Roma, a Napoli, in Calabria, ma Mia è troppo inquieta, non riesce mai a trovare il Suo posto giusto. Alla fine lui torna a Torino, a cercare di ricostruire la sua vita, e lei sparisce, ma qualche settimana dopo Paolo viene chiamato da un ospedale siciliano, dove è nata Italia, la figlia di Mia, che non è stata riconosciuta alla nascita dalla madre, che però ha indicato Paolo come padre della piccola, nata prematura. E Paolo accetta questa paternità, e inizia questa nuova grande avventura, e o rischi della vita adulta. Film tenero, con attori (Isabella Ragonese e Luca Marinelli) bravissimi.
  • Il passato non muore : romanzo

    Child, Lee

    • 25-02-2021
      Il passato non muore
      Da quando ha abbandonato il suo lavoro nella Polizia Militare, avendo abbracciato una nuova filosofia di vita , troviamo Jack Reacher a viaggiare senza una metà precisa dove la direzione del viaggio dipende dalla sensazione del momento. In questo racconto, ci sono due storie che si intrecciano sino all’epilogo finale. In una , c’è il personaggio principale che decide di scoprire le sue radici in quanto, il cartello indicatore di una cittadina gli rammenta il nome conosciuto in cui era vissuto il padre che lo spinge cosi a cercare di scoprire notizie del suo passato. Nell’altra, due ragazzi canadesi venuti in cerca di fortuna negli Usa che si trovano invischiati in una “faccenda” assurda che esula dalle loro responsabilità. Per chi la letto i precedenti racconti dell’autore il ritmo di lettura non è appassionante, in alcuni tratti la tensione si allenta forse a causa dell’interruzione e dell’inizio di una delle due storie. La parte avvincente verrà alla fine dove viene messo in pratica il senso di giustizia “ alla Reacher “ sembra quasi che sia inspirato alla morale della barzelletta del cavaliere nero . Buona lettura
  • Come muoiono le democrazie

    Levitsky, Steven

    • 25-02-2021
      La fragilità della democrazia
      Scritto dopo il primo anno di Presidenza Trump, il libro di Levitsky e Ziblatt, due noti politologi dell'Università di Harvard, è una lucida illustrazione di come le democrazie liberali possano essere svuotate dall'interno. Attingendo ad un'ampia e significativa rosa di esempi, tratti da vari paesi in diversi periodi storici, gli autori presentano gli indizi che denotano una tendenza autoritaria nei politici eletti (insofferenza per le regole democratiche, negazione della legittimità degli avversari, tolleranza o incoraggiamento della violenza, disponibilità a limitare le libertà degli avversari) e le tecniche utilizzate per assumere i "pieni poteri" (controllo degli arbitri, emarginazione dei potenziali concorrenti e cambio delle regole del gioco). Circa la metà del libro è dedicata alla storia della democrazia negli USA che può rappresentare, per il lettore non specialista, un'autentica scoperta. Ne esce fuori un ritratto in chiaroscuro che consente di cogliere appieno le ragioni profonde della crisi della democrazia americana degli ultimi decenni, di cui la presidenza Trump è stata solo l'espressione più clamorosa. Scritto in maniera molto chiara e fluida, il libro ha aperto un ampio dibattito negli Stati Uniti ed offre spunti di riflessione molto utili anche per un lettore europeo.
  • Io sono il castigo : un caso per Manrico Spinori

    De Cataldo, Giancarlo

    • 25-02-2021
      Daniela Bertoglio Er priffe e er pelo
      Giancarlo De Cataldo ha dato vita ad un nuovo personaggio, protagonista di questo e di altri libri futuri (il secondo della serie, Un cuore sleale, è già uscito). Si tratta di un magistrato, Manrico Spinori, per gli amici Rick, appassionato melomane, di famiglia nobile ("il contino", così lo chiama il maggiordomo), ma decaduta, alle prese con un caso di omicidio stradale. All'auto dove si trovava un cantante che andava per la maggiore una cinquantina di anni fa sono stati manomessi i freni, e ci è scappato il morto. La storia è semplice, e un lettore un po' smaliziato può facilmente intuire il finale già dopo poche pagine, ma lo stile di De Cataldo è intrigante, e si rimane comunque attaccati al romanzo, non fosse altro per verificare se la deduzione cui si era giunti era quella giusta. Ora non vedo l'ora di iniziare a leggere la seconda indagine.
  • Molière in bicicletta

    • 25-02-2021
      Piacevole commedia francese.
      Le commedie francesi sono quasi sempre molto apprezzabili e lo è anche questa. Luchini virtuoso di Molière è una chicca da non perdere (soprattutto perché non abbiamo molte occasioni di sentirlo far fuochi d'artificio recitando Molière), ma l'ho visto in lingua originale e non so come sia doppiato. Interessanti gli intrecci di sentimenti, gli equivoci e come è trattato il tema dell'amicizia. Brava Maya Sansa, che tra l'altro recita in francese con molta piacevole naturalezza. Belli i paesaggi e gli ambienti.
  • Un gioco e un passatempo : romanzo

    Salter, James

    • 25-02-2021
      James Salter possedeva una scrittura intensa, vorticosa e penetrante capace di abbagliare con lampi di poesia e virtuosismi stilistici, ingredienti presenti in ampia dose nel romanzo Un Gioco e un Passatempo. Il narratore-voyeur racconta la storia d'amore, sessualmente esplosiva, di due giovani, un incontro di anime a cui si mescolano realtà ed immaginazione, sullo sfondo la provincia di una Francia a tratti fiabesca. Un libro che si legge con i sensi, perduti tra colori, sapori ed odori con un carico di un erotismo, a tratti ricercato, le cui scene di sesso spinte e travolgenti sono perfettamente realistiche ed evidenziano la maestria della penna che riesce a mantenere un lucidità nella prosa brillante ed a conferire alla narrazione una poetica straordinaria. FourPointTwentyFive-Star Book
  • Tutto quel che è la vita

    Salter, James

    • 25-02-2021
      Michele D'apuzzo
      Tutto quel che è vita, uscito a distanza di 25 anni dall'ultimo romanzo scritto da Salter, è un'opera che ha fatto il pieno di recensioni scintillanti, acclamato dalla critica ed amato da personaggi importanti come Barack Obama. Già il titolo ha la forza evocativa di un romanzo fiume che scorre, tracima e sfocia a volte in mare aperto. Ci troviamo di fronte ad un romanzo-elenco la cui narrazione si districa attraverso un itinerario che segue l'intera vita di un uomo, Philip Bowman, ormai giunto alla fine della propria esistenza passata tra guerre, donne e libri. Non bisogna, però, lasciarsi ingannare, in realtà il libro non è focalizzato esclusivamente sul protagonista ma parallelamente sono presenti altre storie con altre figure ed eventi (alcuni anche di troppo) che di fatto hanno lo scopo di confondere il lettore cercando di stimolarne la riflessione nella scoperta della chiave di lettura. Non c'è dubbio che la prosa sia di alto livello e che sia un libro ricco e complesso ma , contestualmente, ritengo sia un elaborato difficilmente catalogabile e giudicabile , perché sembra uno di quei libri che non dicano nulla o viceversa troppo. Ho trovato più semplice leggerlo che spiegarlo. Memorabili le scene di sesso, seducenti ed erotiche che richiamano a quelle di film cult come "ultimo Tango a Parigi". ALL THAT IS..... Four-Star Book
  • Siate autentici! : Con Papa Francesco per migliorare le nostre relazioni e la nostra comunicazione

    Ramos Diaz, Ary Waldir

    • 24-02-2021
      Un Papa testimone rivoluzionario
      Papa Francesco è molto amato e sa usare la comunicazione. Analizza il suo linguaggio verbale e non, questo libro di Ramos Diaz del 2018. Bergoglio ha informato il suo pontificato al principio "il potere è servizio", incardinato su "parola, esperienza e corporeità" (pag. 211). Francesco, infatti, dimostra di saper dosare il suo ruolo di pastore e testimone; in particolare, i suoi gesti sono "verso" la gente e i suoi discorsi pubblici brevi ma ricchi di simboli e immagini. Il Papa tiene, non solo al messaggio cristiano di amore e carità perché gli essere umani sono fratelli, ma anche al valore della verità e della testimonianza, soprattutto al giorno d'oggi, poiché l'autenticità è la capacità di essere veri (pag. 137). Dobbiamo essere noi stessi, amare e comunicare. Ricordo la barzelletta sull'antisemitismo che Francesco ama raccontare e nella quale, durante la la lunga omelia di un sacerdote che stigmatizzava le malefatte degli ebrei, all'improvviso "Gesù scende dalla croce. Si volta, guarda la Madonna e dice:Mamma, andiamocene. Sembra che qui non siamo graditi". Rivoluzionario!
  • Uno di famiglia

    • 24-02-2021
      La trappola
      Tanti aspetti della vita del nostro Paese in questo racconto divertente la storia di vari personaggi che, individualmente, riconosciamo nella nostra società. Un film leggero che in modo intelligente fa pensare, la valida sceneggiatura ed il cast di bravi attori ne fanno un film da vedere.
  • Non sposate le mie figlie!

    • 24-02-2021
      Commedia brillante
      Brillante commedia "scomoda", che tratta con ironia (e un ovvio velo di rosa) un tema scottante e attuale, collegato all'immigrazione e alla mescolanza culturale. Irriverente e scanzonato, aiuta sicuramente a comprendere ed accettare realtà molto diverse. Assolutamente da vedere.
  • The Believer Videoregistrazione

    Bean, Henry

    • 24-02-2021
      Benedetto Morgera Non c'è niente lassù [cit.]
      Un film del 2001, presentato con successo al Sundance Film Festival, con un giovane Ryan Gosling che non era ancora il Ryan Gosling che conosciamo tutti oggi. In un ruolo da neonazista ebreo di periferia, tratto da una pièce dello stesso regista -Henry Bean- a sua volta tratta da una vicenda vera. Un film, a mio parere, pieno di buone intenzioni ma confuso. Segnalo la bizzarra teoria esposta dal protagonista che per depotenziare gli ebrei, ed "annacquare" la loro identità , l'unico sistema sarebbe quello di amarli, ma amarli sul serio, perché, se così non fosse, la loro leggendaria intelligenza permetterebbe loro di scoprire l'eventuale simulazione dei non ebrei. Che dire?...
    • 24-02-2021
      Ispirato ad una vicenda vera
      Danny, il protagonista del film, è un giovane neonazista statunitense, che va in giro a picchiare gli ebrei e gli afroamericani, con tanto di magliette con sopra una svastica, frequenta gruppi di suprematisti bianchi, sogna e progetta per gli USA un governo filonazista, si addestra in un campo paramilitare. Peccato che sia anche lui ebreo, Tra un attentato e l'altro, per lo più falliti, raccoglie fondi per il partito nazista, tiene conferenze, e studia la Torah. Un uomo malvagio e pieno di contraddizioni, ma, francamente, più sgradevole che interessante. La cosa più incredibile è che si tratta di un film tratto da un'opera teatrale, a sua volta ispirata ad una storia vera.
  • Allacciate le cinture

    Ozpetek, Ferzan

    • 24-02-2021 Il dramma
      Una storia d' amore, il matrimonio quindi la malattia: il melodramma è un bel film, splendida l'interpretazione di Kasia Smutniak premiata ai Nastri d' Argento.