biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

I commenti più recenti

  • Cinquanta modi per dire pioggia : romanzo

    Lemmie, Asha

    • 02-07-2022
      Ho difficoltà a commentare questo libro ... preso per caso in biblioteca ... circa ben 500 pagine ... e l 'ho addirittura finito. Un polpettone simil giapponese, anche se scritto decentemente , ma senza alcun anelito di letteratura. Lo sconsiglierei ... nemmeno libro da spiaggia perchè notevolmente oneroso.
  • Vita meravigliosa

    Cavalli, Patrizia

    • 02-07-2022
      Invito alla Poesia
      Rileggere alcune delle poesie di Patrizia Cavalli a pochi giorni dalla sua scomparsa è un'esperienza toccante: aprendo le pagine di questo libro, pubblicato nel 2020, si riesce quasi ad ascoltare la sua voce che interpreta versi destinati alla rappresentazione verbale, quasi teatrale, più che alla lettura silenziosa e meditativa a cui spesso i componimenti poetici sono destinati. Basta un niente per far sì che "i versi si sciolgano / nell'incidente della rima" e la "poeta", come lei stessa amava definirsi, riesca immediatamente a parlare "a qualcuno che non sono io / ma una platea vista di sbieco al volo, / mutevole a seconda del mio tono, / che non risponde mai, ascolta solo, / se la parola trova il giusto suono". La poesia non deve necessariamente essere ermetica o incomprensibile per esser tale, per evocare sensazioni, pensieri ed emozioni: come l'Autrice stessa ha dichiarato in una delle sue interviste "la poesia è prendere qualcosa e togliere il superfluo per farlo risplendere".
  • E tutto divenne luna

    Gospodinov, Georgi

    • 02-07-2022
      Sublime raccolta di racconti
      "Nell’attimo in cui cominci a leggere questo testo il sole potrebbe già essersi arrestato, ma tu ancora non lo sai. Ti sono concessi 8 interi minuti e 19 secondi prima che la notizia della sua morte ti raggiunga. È il tempo che la luce impiega per arrivare di là fino a te. Poi diventerà oscuro. Finora sono trascorsi 9 secondi. Cosa puoi fare?" Iniziano così i diciannove racconti che sono contenuti in questo volume. Iniziano con la fine del mondo, con quel posto che ognuno di noi nella vita occupa e che ci viene meno o è sempre stato negato. Una fine del mondo che può anche essere interpretata a livello personale, come il proprio mondo. Sta di fatto che tutti i racconti sono tenuti insieme da un filo di malinconia, per un passato esistito o solo immaginato. Ogni racconto mi ha destabilizzato leggermente per poi farmi rientrare nella mia orbita, mi ha fatto comprendere che spesso quando c'è un vuoto non è per forza ad esso collegato l'obbligo di riempirlo. Quel vuoto può anche rimanere così. Nella postfazione sono venuto anche a sapere che ci sono altre due raccolte di racconti di questo autore bulgaro, che recupererò per perdermi nuovamente in un' Apocalisse, un tramonto o nella solitudine del Cosmo.
  • Il segreto della speziale

    Penner, Sarah

    • 02-07-2022
      Un letale viaggio nella Londra settecentesca e contemporanea
      Romanzo sicuramente con temi femministi narrati attraverso tre differenti protagoniste in due epoche diverse e distanti. L’intreccio di queste tre donne darà vita a una storia magica, con una narrazione semplice e lenta, che affronterà temi importanti come la lealtà, la maternità, la perdita, il riscatto femminile, e la solidarietà tra donne, soprattutto donne ferite o abusate. L’ambientazione londinese, soprattutto quella del 1700, è magicamente ben descritta, i salti temporali non disturbano il lettore e rendono la lettura più coinvolgente e piacevole da leggere. Unica pecca è la conclusione, questa fretta che l’autrice ha avuto di terminare la narrazione con un finale frettoloso. Grandissima la ricerca che l’autrice ha fatto per la spiegazione dei veleni e i loro usi, un ulteriore punto a favore per questa lettura coinvolgente. Se pensate però che questo sia un romanzo storico attenzione perché la trama di questo libro può ingannare! [Vanessa BdRBa]
    • 22-06-2022
      Un libro davvero brutto
      La storia in sintesi coinvolge tre voci narranti: la speziale che a Londra, nel Settecento, a causa del terrbile e crudele tradimento del compagno mette in atto una vendetta tremenda vendetta contro gli uomini, aiutando le donne maltrattate a sbarazzarsi di mariti, fratelli, padri oppressivi; la seconda protagonista è una ragazzina che su indicazione della "padrona" si preoccupa il veleno dalla speziale e lo serve al fedifrago e che per la speziale diventa un misto tra la figlia mai nata e un'apprendista; la terza figura femminile arriva a Londra dall'Ohio dopo la scoperta del tradimento del marito e casualmente finisce sulle tracce di questa storia che ha più di duecento anni. Il libro è insulso, ci prova ma non riesce: non riesce ad essere un romanzo storico, non riesce ad essere un giallo, non riesce ad essere una storia di riscatto femminile (ammazzare i fedifraghi che riscatto sarebbe?), non riesce ad essere un fantasy. In buona sostanza è davvero orrendo. L'unica cosa piacevole è la copertina. Quella della versione originale forse è anche meglio, ma è un po' pochino per rendere il libro degno. [Emanuela BdrBa]
  • Lettere dalla prigionia

    Moro, Aldo

    • 02-07-2022
      Rafael Hidalgo De La Torre Lettere strazianti
      Leggere queste "Lettere dalla prigionia" di Aldo Moro, rapito e ucciso dalle BR, senza che il suo partito, la DC, abbiamo mosso un dito per salvarlo è davvero straziante. Le lettere percorrono due filoni tematici. Da una parte il tentativo di fare aprire un dialogo tra la politica e i suoi rapitori mirato ad uno scambio di prigionieri che gli consenta di salvare la pelle e quindi tornare tra i suoi, moglie figli nipoti. Dall'altra, appunto, i suoi affetti più cari. Ingegno per spingere al dialogo, ahimè, mai avvenuto, e tenerezza infinita espressa oserei dire con tanta serenità. Occorre sapere e capire la fine di quest'uomo giusto. E di questo paese parecchio accecato dalle ideologie e vittima dalle contrapposizioni.
  • Leggende del mondo emerso

    Troisi, Licia

    • 02-07-2022 Recensione
      Libro stupendo!!! Con il suo linguaggio semplice e coinciso trasporta il lettore in un mondo unico!
  • Quattro conversazioni sull'Europa

    Daverio, Philippe

    • 02-07-2022
      Lettura sia per gli amanti che per i detrattori dell'Europa unita. Con stile elegante e ironico, Philippe Daverio srotola il filo rosso che unisce arte, cultura, tradizioni e arte culinaria, mostrando i profondi legami che accomunano gli europei. Da segnalare soprattutto la conversazione relativa al Medioevo, dove smentisce la fama di secolo buio e apre alle novità anche colorate, proprie di questo periodo. Assolutamente consigliato
  • Gli anni in tasca

    • 02-07-2022
      Senza trama
      Ho dato due stelle a questo film per simpatia verso l'argomento. Fa vedere la vita di giovanissimi adolescenti che vanno a scuola, combinano guai, iniziano a interessarsi all'amore. Il tutto raccontato in una successione di episodi quotidiani che non formano una trama. Una trama li avrebbe resi meno banali e, allo stesso tempo, avrebbe permesso un approfondimento psicologico dei ragazzi. Un acuto solo nel finale. Lontano dall'intensità del primo fim di Truffaut "I 400 colpi", che racconta la storia (con intreccio) di un bambino, e che ha dato al regista francese una discreta fama.
  • C’era due volte

    Thilliez, Franck

    • 01-07-2022
      Coinvolgente
      Dopo aver letto "Il Manoscritto" non potevo che leggere anche "C'era due volte": anche questo libro è scorrevole nonostante la complessità della trama, intrigante, misterioso e riesce a catturare l'interesse fino all'ultima pagina. Ho apprezzato molto gli enigmi e gli indizi nascosti che rendono più coinvolgente la lettura!
  • L'ultimo ospite

    Barbato, Paola

    • 01-07-2022
      Discreto
      Scorrevole e intrigante, a tratti inquietante, ma un po' troppo "sopra le righe" in alcune scene della trama.
  • La verità sul caso Harry Quebert

    Dicker, Joël

    • 01-07-2022
      Sorprendente!
      Letto tutto d'un fiato, ricco di colpi di scena, coinvolgente e molto scorrevole!
  • Artiglio : romanzo

    Gu, Byeong-Mo

    • 01-07-2022
      Daniela Bertoglio Brutta cosa invecchiare
      Anche se di mestiere fai la disinfestatrice (che è il termine eufemistico per dire la killer), non è piacevole sentire il passare degli anni: piccoli acciacchi, colleghi che prendono in giro insinuando una serie di defaillance, si inizia a provare empatia per il prossimo, soprattutto se si tratta di altri anziani. Se poi dal passato arriva come un treno impazzito un collega sadico in cerca di vendetta, le cose non possono che mettersi male. Un thriller che lascia un senso di malessere, un tarlo in chi lo legge, soprattutto se ha compiuto da poco gli anni, e non sono pochi.
  • Lettera al mio giudice

    Simenon, Georges

    • 01-07-2022
      Cronaca di un femminicidio annunciato
      Charles Alavoine è un medico di campagna trasferito in città, rimane vedovo, si risposa con una donna energica, quanto frigida. Conosce una ragazza, Martine, se ne innamora, ma è ossessionato dagli uomini che questa donna ha conosciuto prima di lui, fantasmi che lo perseguitano, e lo incitano alla violenza contro di lei. In una lunga lettera, una confessione ad uno dei giudici del suo processo, nel quale ha visto delle affinità con se stesso e con i suoi demoni, racconta l'evolversi della relazione con Martine, fino al tragico finale, auto assolutorio, ovviamente.
  • Manuale dell'uomo normale

    Severgnini, Beppe

    • 01-07-2022 Una certezza
      Il dono di sapere leggere gli altri e di riuscire a scriverlo senza appesantire il lettore è un dono che appartiene a poche persone. Severgnini riesce a fare tutto questo con ironia e una quantità di vocaboli utili, simili e mai banali.
  • Ad occhi chiusi

    Carofiglio, Gianrico

    • 01-07-2022
      Bruno Umana Avvocati
      Avvocato delle cause perse? Forse qualche volta mettersi dalla parte dei più deboli ti ripaga.