biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

La promessa

Galgut, Damon

narrativa - E/O - 2021

Valuta questo titolo
Una saga familiare moderna dal Sudafrica, scritta dall'autore due volte finalista al Booker Prize, Damon Galgut. Perseguitati da una promessa non mantenuta, dopo la morte della madre i membri della famiglia Swart si perdono di vista. Alla deriva, le vite dei tre figli della donna procedono separatamente lungo le acque inesplorate del Sudafrica: Anton, il ragazzo d'oro amareggiato dal potenziale inespresso che è la sua vita; Astrid, il cui potere sta nella bellezza; e la più giovane, Amor, la cui vita è plasmata da un nebuloso senso di colpa. Ritrovandosi per quattro funerali nel corso di tre decenni, la famiglia in declino rispecchia l'atmosfera del paese: un'atmosfera di risentimento, rinnovamento e infine di speranza. "La promessa" è un dramma epico che si dispiega al ritmo dell'incessante marcia della storia nazionale.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento
    31/01/2022   

    Un libro non ben definibile

    La promessa è per me un libro difficile da catalogare. È narrativa, ma anche romanzo storico/culturale, c’è del realismo magico, gli ingredienti insomma sono tanti e variegati. La narrazione è ambientata in Sudafrica e la storia copre un arco di tempo di diversi decenni. Protagonista è una famiglia e la vicenda ruota attorno alla promessa del titolo. Tra le cose che ho apprezzato, la scelta dell’autore di utilizzare anche parole afrikaans. Dal libro emergono temi come il razzismo, il senso di appartenenza alla comunità, la divisione in caste fonte di squilibrio sociale, insomma non è una letturina da the pomeridiano. Il libro, per stile e scrittura, può risultare un po’ pesante per l’assenza di pause nella narrazione e per il mutamento quasi continuo del punto di vista del racconto; tuttavia per me è stato godibile. Un libro di cui consiglio la lettura, non indimenticabile, ma che comunque stimola la riflessione su noi, le nostre vite, la morte e la vita. Non roba di poco conto, insomma.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 2 / 2 utenti hanno trovato utile questo commento

    Daniela Bertoglio

    17/01/2022
      

    Un romanzo che racconta un paese intero, il Sudafrica.

    Una storia corale, le vicende di una famiglia di afrikaaner, come metafora della storia degli ultimi 30 anni del Sudafrica, un paese passato dal regime dell'apartheid alla democrazia, in balia di predicatori esaltati e disonesti, con la criminalità che cresce, l'AIDS che miete vittime su vittime, i rapporti ancora complicati tra bianchi e neri, la Commissione per la verità e la riconciliazione, i blackout, e tanto altro. Un romanzo con tante voci, che si susseguono e a volte si fa pure un po' fatica a capire dove finisca la voce di uno e inizi quella di un altro, ma comunque godibilissimo. 4 capitoli, 4 funerali, una promessa che non viene mantenuta se non nelle ultime pagine, un lieto fine che non ci si aspetta. Ha vinto il Booker Prize 2021, strameritato.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 0 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento

    Michele D'apuzzo

    Cambia il tuo avatar
    08/01/2022
      

    Uno dei libri premiati nel 2021 La Promessa è un romanzo strutturato come saga familiare ma che al tempo stesso fotografa, con uno stile non invadente, la società, non solo sudafricana, costruita su ipocrisia e rabbia latente vere e proprie fondamenta di sabbia.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato